20 novembre 2008

USI CIVICI: Nasce in Basilicata il Coordinamento Regionale della Consulta Nazionale della Proprietà Collettiva



Nell'assemblea generale della Consulta Nazionale della Proprietà collettiva, tenutasi il 20 novembre 2008 presso la Facoltà di Economia dell'Università di Trento, è stata deliberata l'adesione alla Consulta del Coordinamento Regionale per la Basilicata.

In qualità di rappresentante del Coordinamento Regionale per la Basilicata, il Perito Demaniale Michele Labriola entra a far parte del Comitato Direttivo della Consulta Nazionale della Proprietà collettiva con la carica di Vicepresidente.

La “Consulta Nazionale della Proprietà Collettiva” (http://www.jus.unitn.it/usi_civici/consulta/home.html) ha la sua sede presso il “Centro Studi e Documentazione sui Demani Civici e le Proprietà collettive” (http://www.jus.unitn.it/usi_civici/home.html) dell'Università degli Studi di Trento, in via Prati n. 2 - 38100 Trento, ed è un’associazione senza fine di lucro che si pone l'obbiettivo di conservare, sviluppare ed approfondire le peculiarità storiche, giuridiche, istituzionali, economiche e culturali delle proprietà collettive e dei domini civici attraverso ricerche, iniziative e manifestazioni idonee ad una maggior conoscenza della materia e alla difesa e valorizzazione dei demani civici e dei diritti collettivi.

Alla luce della recente Legge Regionale della Basilicata n. 15/2008, il Coordinamento Regionale per la Basilicata della Consulta Nazionale si prefigge il compito di unire gli interessi dei Comuni lucani per una gestione ottimale ed uniforme dei terreni gravati da usi civici (chiamati impropriamente anche livelli), per uno scambio di esperienze e di conoscenze tecnico-giuridiche nella materia.

Nessun commento:

Posta un commento